giovedì 9 ottobre 2014

Final Fate. Personaggi e crescita.

Salve, gente. Oggi vi parlerò della crescita dei personaggi in Final Fate!

La crescita di un personaggio è legata a degli sviluppi narrativi importanti.

Nei videogiochi di Final Fantasy un personaggio cresceva si in maniera numerica, aumentando i suoi parametri, ma anche e specialmente in maniera caratteriale: cambiava, evolveva e mutava, tanto che alla fine dell’avventura non era più lo stesso (mi riferisco ovviamente ai capitoli dove esiste una buona caratterizzazione dei personaggi). Squall partiva freddo, distaccato e asociale e mano a mano capiva che l’amicizia era importante e diventava una persona diversa. Steiner partiva come un fanatico difensore di Alexandria capace solo di seguire gli ordini, per diventare, alla fine, una persona che pensava cn la propria testa e combatteva per più alti ideali. Terra partiva insicura delle sue capacità e senza memorie del passato, ma alla fine della storia diventava una persona diversa, finalmente riconciliata con se stessa.
In Final Fantasy i personaggi non rimangono uguali a loro stessi: cambiano ed evolvono per diventare, alla fine, delle persone migliori.

Il Fate prevede già questo tipo di crescita, che è ben sottolineata dalle milestone. A noi serve solamente potenziare un po’ questo aspetto.
Un Dragoon, uno dei job (classe) che potete scegliere per il vostro personaggio.


Creare il Problema

Nel Fate un personaggio ha due aspetti più importanti rispetto agli altri: il concetto base e il problema. Tra i due, però, il concetto base è quello che riveste un ruolo di rilievo maggiore. In Final Fate il problema diventa ugualmente importante, se non addirittura di più. Ecco perché:

In Final Fantasy i personaggi sono caratterizzati dal loro problema: Squall non si fida degli altri; Tidus vive all’ombra del padre; Garnet vuole scappare da una vita che le va stretta. Quando create il problema non limitatevi a qualcosa come “ho paura delle altezze” o “ho una taglia sulla testa” se questi problemi sono solo marginali. Scegliete un problema che sia centrale nella vita del vostro personaggio e che allo stesso tempo abbia rilievo anche nel mondo di gioco. Volete una taglia sulla testa? Allora scrivete il problema in questo modo: “Incolpato ingiustamente dell’assassinio di mio fratello, legittimo erede al trono”. Guardate quanto diventa drammatico e potente messo in questo modo. Insomma, il problema deve essere il motivo trainante delle azioni del vostro personaggio o, comunque, uno dei motivi principali.

Ricordate sempre: se potete (ma non siete obbligati) legate il problema ad eventi, personaggi od organizzazioni importanti nel mondo di gioco. Avanzare con la storia deve significare esplorare il problema del vostro personaggio. Tentatelo spesso e accettate sempre la tentazione quando il GM ve la offrirà. È il modo migliore per far avanzare la storia verso quelle coordinate.

Per rendervelo più appetibile, tentare il problema vi darà 2 punti fato se tentarlo significa far accadere qualcosa che spinga avanti la storia. 

Diventare una persona migliore: evolvere il problema

Esattamente come con il Concetto Base, non potete cambiare il problema come e quando volete. Potete farlo solo in seguito ad una Milestone maggiore, che ovviamente deve essere sensata in tal proposito.

Quando cambiate il problema lo fate diventare un aspetto positivo del vostro personaggio, proprio a rimarcare il modo in cui gli eventi hanno fatto diventare il vostro personaggio una persona migliore. Il vostro personaggio perde il problema, che diventa un aspetto invece un aspetto chiamato rinascita. Invocare quell’aspetto in gioco vi donerà +3 invece che +2.

Livello 1

Ogni personaggio comincia il gioco a livello 1. Al primo livello ogni personaggio sceglie 1 talento di classe e 2 talenti liberi, tra i quali non può ovviamente scegliere quelli di classe. Ottiene anche tutti i punteggi di classe previsti per gli approcci, ai quali aggiunge un +1, sapendo che non può superare il punteggio di +4. 

I talenti di classe si differenziano da quelli liberi, poiché hanno a che fare con le competenze del personaggio e sono generalmente di tipo bellico. I talenti liberi, invece, servono a caratterizzare ulteriormente il personaggio. Se il vostro guerriero ha un braccio meccanico, un talento libero potrebbe essere un buon modo per inserirlo in gioco (se non vi basta un aspetto). 
Che bellezza: la victory fanfare e la scritta Level Up!

Salire di livello

Abbiamo parlato di crescita morale e caratteriale, ma in Final Fantasy i personaggi crescono anche nelle loro capacità e nei loro parametri. Ho voluto legare questo aspetto alle milestone e cambiare leggermente l’approccio del Fate.
Ogni personaggio ha una colonna di 15 quadratini. Ogni quadratino corrisponde ad un livello, ma la progressione non è lineare:

+1T

+1T

+1T
+1T

+1T

+1T
+1T

+1T

+1T
1
5
10
15
20
30
40
50
60
70
80
85
90
95
100
+1A




+1A




+1A



+1A
T= talento - A= approccio

Come potete vedere, i livelli fanno dei salti. Dal 1° livello si passa al 5°, dal 20° al 30° e così via, come illustrato più su. Ogni tot. livelli un personaggio acquisisce un nuovo talento o la possibilità di aumentare di +1 i propri approcci. Il livello massimo è il 100°, che si raggiunge allo sbarramento del 15° quadratino ed è un modo semplice per strizzare l'occhio alla saga, dove il livello 100 è storicamente il traguardo massimo dei personaggi.

Ma come si sale di livello?
Al raggiungimento di una milestone il personaggio ottiene tanti punti esperienza in base all'importanza della milestone stessa (spiego più sotto). Quando si riceve un punto esperienza si segna un quadratino e si sale di 5-10 livelli. Secondo questo procedimento, un personaggio dovrebbe raggiungere il 100° livello in 10-15 sessioni massimo. Certo, l'avventura potrebbe concludersi prima di raggiungere quel traguardo ma, ehi, anche i Final Fantasy si possono finire senza raggiungere il 100° livello.

I traguardi di livello

Il livello 30 e il livello 80 segnano due traguardi di livello, raggiunti i quali i personaggi hanno accesso a talenti di classe più performanti e a magie più potenti. Ogni traguardo segna anche l’aumento del limite al punteggio degli approcci. Aumenta di 1 a ogni traguardo, così che al livello 30 il limite massimo sarà +5 e al livello 80 +6.
I traguardi segnano anche la possibilità di ottenere la versione potenziata della propria arma.

Ogni personaggio riceve nuovi talenti di classe come indicato nella tabella soprastante. Può prendere talenti solo dalla sua classe, oppure utilizzare le milestone per spendere refresh e ottenere nuovi talenti liberi. Dal livello 1 sino al 20 può prendere solo i talenti di classei di livello 20. Dal livello 30 al livello 70 solo quelli di livello 1 o 30. Dal livello 80 tutti.
In ogni caso non troverete elenchi infiniti di roba. Ogni classe ha 9, massimo 10 talenti in totale.
Un Mago Nero!

Le Milestones

Rimangono sempre le tre milestones tipiche del Fate, ossia minore, significativa e maggiore, si raggiungono nello stesso modo del fate standard, ma cambiano leggermente in quanto a ricompense meccaniche, per sposarsi meglio con il setting Final Fantasyano.

Una milestone minore (che si raggiunge anche con la sconfitta di un boss minore), dona 1 punto esperienza e tutte le possibilità del Fate standard.
Una milestone significativa dona 2 punti esperienza e la possibilità di riscrivere il problema oppure di ottenere un personaggio extra, che può essere sbloccato ora oppure alla prossima milestone minore. 
Una milestone maggiore dona 3 punti esperienza e la possibilità di riscrivere il problema risolvendolo. Inoltre, come di norma, si ottiene 1 refresh in più.

Il refresh può servire per comprare nuovi talenti liberi, che vengono gestiti separatamente da quelli di classe.

Personaggi extra

Se avete giocato ad almeno un Final Fantasy saprete che i personaggi non compaiono tutti assieme in una volta, ma fanno il loro ingresso piano piano e progressivamente. Per simulare questo avanzamento narrativo, ho inserito la possibilità per i giocatori di avere personaggi extra. Alla prima milestone significativa, un giocatore può decidere di ottenere un personaggio extra, ma solo uno di loro può sbloccarlo subito. Gli altri potranno farlo, uno per uno, alla prima milestone minore. 
Inserire un nuovo personaggio è semplice: parte al livello raggiunto dai personaggi iniziali (ottenendo tutti i talenti e i punteggi previsti) e funziona allo stesso modo di un personaggio giocante. Ha diritto ad una scena dove si unisce al gruppo e a un po' di backround sul chi è e perché ha deciso di intraprendere quest'avventura. 
Ovviamente, i personaggi extra non compaiono mai dal nulla, ma da regole devono essere PNG che hanno già avuto una comparsata. Proprio per questo è indispensabile lavorare con il master per dar vita ad alcuni PNG, anche PNG all'inizio negativi che per qualche ragione si convertono. Nei Final Fantasy succede spesso.
Per non ingrossare troppo il party, ogni giocatore può avere un massimo di 2 personaggi. In questo modo, un normale party di 4 giocatori controllerà, alla fine, 8 personaggi. Il numero medio dei personaggi di ogni Final Fantasy!